Author Topic: Ancora sul procedimento di preparazione della pdz  (Read 6502 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline moniapinti

  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *******
  • Posts: 5727
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #30 on: Sunday, 02, September 2012, 02:56:06 PM »
 :hmm:  quando l'ho aperto questo topic??????????????????????


 :esorc:



 :ghghgh: :ghghgh: :ghghgh: :ghghgh: :ghghgh:







Grazie Chiarastella io l'ho pensato e tu l'hai fatto siamo telepatiche  :129:

 :ph4: :ph4: :ph4:
ridere e sorridere è una cosa meravigliosa fa bene a se stessi e agli altri     Monia

Offline Chiarastella

  • Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9662
  • Vento di novità.....
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #31 on: Sunday, 02, September 2012, 02:58:18 PM »
:hmm:  quando l'ho aperto questo topic??????????????????????


 :esorc:



 :ghghgh: :ghghgh: :ghghgh: :ghghgh: :ghghgh:







Grazie Chiarastella io l'ho pensato e tu l'hai fatto siamo telepatiche  :129:

 :ph4: :ph4: :ph4:


ammmoreeeee!!!!  :cuor:

Offline moniapinti

  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *******
  • Posts: 5727
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #32 on: Sunday, 02, September 2012, 03:04:53 PM »
 rispondo facendo copia incolla dall'articolo linkato da Vittoria  :129:

GRADO BLOOM

Il grado Bloom è il peso in grammi che è necessario applicare su una superficie di un gel per mezzo di un pistone di 12.7 mm di diametro per produrre una abbassamento di 4 millimetri. Il gel deve avere una concentrazione del 6.67% ed essere lasciato riposare per 16-18 ore a 10 °C.

Il foglio di gelatina strizzato viene poi fatto sciogliere nel liquido che vogliamo gelificare mescolando per evitare la formazione di grumi. È sufficiente una temperatura di 40 °C per sciogliere i filamenti di collagene. Scaldando a temperature molto elevate rischiate di danneggiarli, diminuendo il loro potere gelificante.



che dite se mettessimo anche la ricetta?

oppure non ha senso?!



 :hmm: forse non ha senso...il discorso è generale  :sdent:


 :sonno: :sonno: :sonno: :sonno:
se volete la ricetta si può mettere ma  :penso: ci sia nella sezione di raccolta ricette pdz ...................poi facciamo come meglio è  :cvd:



in questi giorni devo rifare la pdz e proverò a non riscaldare tanto la melassa ............
ridere e sorridere è una cosa meravigliosa fa bene a se stessi e agli altri     Monia

Offline Daria

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 13429
  • Speriamo in una botta de.....
    • Se Pasticciando....
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #33 on: Sunday, 02, September 2012, 09:18:59 PM »
:occhi:
= :mscop: = :ideaf:     Se Pasticciando...

Offline moniapinti

  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *******
  • Posts: 5727
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #34 on: Sunday, 02, September 2012, 09:25:13 PM »
:sor: e io che non ce lo metto, il burro, che non ce? :cry2:



(metto la gelatina ad ammollare nella quantità d'acqua indicata, poi la passo un poco poco al micro a bassa potenza, aggiungo il glucosio e butto tutto nello zav... quando rovescio sul piano mi ungo le mani con la margarina)


anch'io faccio talvolta così..................................



ora stò facendo una dose con il procedimento che usa Chiarastella  :129:
ridere e sorridere è una cosa meravigliosa fa bene a se stessi e agli altri     Monia

Offline moniapinti

  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *******
  • Posts: 5727
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #35 on: Sunday, 02, September 2012, 10:13:28 PM »
allora ho fatto una dose di pdz come usa farla Chiarastella ...........................ho notato che così facendo si mantiene meglio la temperatura (non diventando molto calda la melassa) e  di conseguenza non ho dovuto aggiungere altro zav ed è venuta subito liscia  e per nulla appiccicosa

quindi io l'ho trovato un ottimo metodo  :okk:

 :bo: Giuliana  :ph4: :ph4: :ph4: :ph4:
ridere e sorridere è una cosa meravigliosa fa bene a se stessi e agli altri     Monia

Offline Chiarastella

  • Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9662
  • Vento di novità.....
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #36 on: Monday, 03, September 2012, 12:31:18 AM »
allora ho fatto una dose di pdz come usa farla Chiarastella ...........................ho notato che così facendo si mantiene meglio la temperatura (non diventando molto calda la melassa) e  di conseguenza non ho dovuto aggiungere altro zav ed è venuta subito liscia  e per nulla appiccicosa

quindi io l'ho trovato un ottimo metodo  :okk:

 :bo: Giuliana  :ph4: :ph4: :ph4: :ph4:


:prego: 
è un po' l'uovo di Colombo :pardon:
Ma mi è sembrata una scoperta fantastica, specie dopo le più recenti esperienze ed un chilo e mezzo di pdz nella :munn:

Offline Sciua

  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 11527
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #37 on: Monday, 03, September 2012, 12:38:39 PM »
il discorso temperatura, sarà valido anche per l'MMF?! :hmm:
Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry  - Piccolo Principe

:vento:  :piedino:   Laura

Offline Chiarastella

  • Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9662
  • Vento di novità.....
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #38 on: Monday, 03, September 2012, 12:42:06 PM »
il discorso temperatura, sarà valido anche per l'MMF?! :hmm:

si usa gelatina nel mmf?

Offline Sciua

  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 11527
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #39 on: Monday, 03, September 2012, 12:43:53 PM »
si usa gelatina nel mmf?

no...ma la melassa si "scalda" ugualmente  :352:
Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry  - Piccolo Principe

:vento:  :piedino:   Laura

Offline Chiarastella

  • Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9662
  • Vento di novità.....
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #40 on: Monday, 03, September 2012, 12:50:23 PM »
no...ma la melassa si "scalda" ugualmente  :352:

secondo me ( :idi: ) riguarda la gelatina... poi non so :352:  ma tu, nel dubbio, evita surriscaldamenti eccessivi! :okk:

Offline Sciua

  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 11527
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #41 on: Monday, 03, September 2012, 12:55:20 PM »
secondo me ( :idi: ) riguarda la gelatina... poi non so :352:  ma tu, nel dubbio, evita surriscaldamenti eccessivi! :okk:


tra le schifezze dell'MMF c'è la gelatina alimentare :352:

quindi magari anche in questo caso, ci potrebbe esser qualche problema :hmm:


scaldare meno....non si riesce a sciogliere.....dovrei provare con il bagnomaria anzichè con il micro  :hmm:
Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry  - Piccolo Principe

:vento:  :piedino:   Laura

Offline frugiter

  • Global Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 10446
  • alle critiche non si ribatte, le si ascolta
    • applicazioni in cucina
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #42 on: Monday, 03, September 2012, 12:59:36 PM »
no con l'mmf non c'entra niente
la gelatina è già sciolta all'inizio della lavorazione  ... in sostanza l'mmf è una pdz modificata
:brood: quando non piaci a nessuno devi avere ragione, altrimenti non vali niente. Dr House :vicki:  applicazioni in cucina

Offline Sciua

  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 11527
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #43 on: Monday, 03, September 2012, 01:09:19 PM »
 :okk:



 :bo:



Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry  - Piccolo Principe

:vento:  :piedino:   Laura

Offline moniapinti

  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *******
  • Posts: 5727
Re:Ancora sul procedimento di preparazione della pdz
« Reply #44 on: Monday, 03, September 2012, 01:51:54 PM »
Sciuà l'ultima volta che ho fatto i mmf  non mi sono trovata bene era troppo gommoso .................

io penso che il discorso calore influisca sulla quantità di zav............cioè più l'impasto è caldo(e quindi appiccicoso) più zav richiede ...............o almeno questa è la mia esperienza  :pardon:
ridere e sorridere è una cosa meravigliosa fa bene a se stessi e agli altri     Monia