Author Topic: coloranti alimentari  (Read 1264 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline leo

  • Vincitore concorso San Valentino 2011
  • Civetta Sous-chef
  • ****
  • Posts: 1439
coloranti alimentari
« on: Friday, 30, March 2012, 10:18:33 AM »
ultimamenta sento spesso parlare di coloranti almentari che risulterebbero dannosi per la salute dei bambini.

Di fatto , in Europa, è obbligatorio indicare sulle etichette il tipo di colorante ed in presenza di:E 102: tartrazina
E 110: giallo tramonto FCF, giallo arancio S
E 104: giallo di chinolina
E 122: azorubina, carmoisina
E 129: rosso allura AC
E 124: Ponceau 4R, rosso cocciniglia A
c'è l'obbligo di indicarne la pericolosita.
non saranno comunque proibiti
per chiarire quelli che soni i risultati degli studi che hanno portato a questa decisione vi ho fatto un piccolo sunto:


E102 - TARTRAZINA
(nel verde menta, caramellino (102F), arancio mandarino ,giallo uovo, nero assoluto

La tartrazina è un composto sintetico, un sale sodico contenente zolfo, che si presenta in granuli e cristalli gialli. La troviamo in dolci, bevande, conserve di vegetali (escluso il pomodoro), gelato di zabaione e sciroppi.
Non tutti gli studi concordano nel definire i possibili effetti negativi sulla salute dell'uomo e degli animali domestici (visto che si può trovare anche nel cibo di cani e gatti). Può causare: iperattività, asma, orticaria, rinite, disturbi alla vista e insonnia; potrebbe inoltre essere cancerogena con effetti mutageni. L'uso della tartrazina è proibito in Austria, Finlandia e Norvegia. Si ritiene che possa dare problemi agli asmatici o ai soggetti allergici all'acido acetilsalicilico (aspirina). Si ipotizza inoltre che possa provocare disordini nella capacità di apprendimento dei bambini.

DOSE ADI: 7,5 mg per Kg di peso corporeo

E 110
( nell'arancio mandarino,nel giallo uovo, nel nero assoluto)
110 - GIALLO ARANCIO S o GIALLO TRAMONTO FCF (C.I. 15985)

Il giallo arancio S - altrimenti noto come giallo tramonto FCF - è un colorante azoico di colore giallo arancio, prodotto sinteticamente. Si trova comunemente in: marmellate di albicocca, biscotti con gelatina di arancia, bevande istantanee a base di cioccolato, zuppe istantanee, creme di formaggio, creme di yogurt, marzapane, budino in polvere e  pane grattugiato confezionato.
Rischi: iperattività, asma, orticaria, eruzioni cutanee, mal di stomaco, insonnia, vomito; inoltre, ci sono studi che sostengono un possibile effetto cancerogeno.
Il giallo arancio S può provocare reazioni allergiche; in particolare, è sconsigliato agli asmatici e ai soggetti allergici all'aspirina.

DOSE ADI: 2,5 mg per Kg di peso corporeo


E104 - Giallo di Chinolina
 
E104 - GIALLO DI CHINOLINA (nel nero assoluto,

Il giallo di chinolina è un colorante sintetico; lo troviamo in bibite effervescenti, budini in polvere, pesce affumicato e colori per le uova di Pasqua. Rischi: iperattività, asma, riniti, eczema, disturbi alla vista, insonnia, aumento di incidenza di cancro al fegato e ai reni (osservato sui topi ad alte dosi). Controindicato per gli asmatici e per le persone allergiche.
Il giallo di chinolina, in associazione con E951 (aspartame), può attaccare le cellule nervose con un'intensità 7 volte maggiore rispetto a quando usato singolarmente.

DOSE ADI: 10 mg per Kg di peso corporeo


E122 - Azorubina (o carmoisina)
 
E122 - AZORUBINA (o CARMOISINA)- (C.I. 14720)
nel nero assoluto  nel rosso fragola, nel violetto
 
L'azorubina è un colorante sintetico azoico, di colore rosso con sfumature bluastre. È utilizzato per la colorazione di sciroppi, bevande, gelati, marzapane, gelatine, budini, prodotti istantanei, salse scure, zuppe istantanee, gelati confezionati...
Rischi: iperattività, reazioni cutanee dovute a reazioni allergiche, allergie, riniti, asma, insonnia ed edema; c'è il rischio che possa essere cancerogeno e per questo è sconsigliato.
Secondo alcune ricerche scientifiche, l'azorubina, assieme ad un altro colorante sintetico, il rosso cocciniglia A (E124), danneggia la corteccia surrenale.
Questo colorante è proibito in Austria, Norvegia e in Svezia. Le associazioni dei consumatori australiani hanno incluso l'azorubina nel gruppo degli allergeni alimentari pericolosi per la salute, specie per le persone asmatiche e intolleranti all'aspirina.


E129 - Rosso Allura AC
 
E129 - ROSSO ALLURA AC (C.I. 45430)


Il rosso allura AC è un colorante sintetico rosso. È contenuto tipicamente nel bitter soda e nel bitter vino. Gli effetti collaterali non sono ancora sicuri ma si pensa abbia ripercussioni negative sul metabolismo umano. Potrebbe provocare allergie cutanee e si pensa abbia effetti cancerogeni. È stato proibito in diversi Stati.

DOSE ADI: 7mg per Kg di peso corporeo.

E124 - Rosso Cocciniglia a - Ponceau 4R
 
E124 - ROSSO COCCINIGLIA A –PONCEAU 4R (C.I.16255)

Il rosso cocciniglia A è un colorante azoico ottenuto sinteticamente; la sua colorazione è simile a quella ottenuta dalle cocciniglie. Il rosso cocciniglia A si trova normalmente nelle caramelle, negli sciroppi, nelle salse ketchup, nel salmone in scatola, nelle bibite effervescenti, nelle ciliegie candite, nei ghiaccioli, nel marzapane e nelle gelatine.
Rischi: iperattività, asma, orticaria, insonnia; si segnalano casi di cancro riscontrati in alcuni animali.
Meno nocivo del composto naturale per la salute dei consumatori, il rosso cocciniglia a è comunque controindicato soprattutto per chi è allergico all'aspirina e per gli asmatici, oltre che per i bambini. Il suo impiego è sconsigliato, in generale, perché potrebbe essere cancerogeno.

DOSE ADI: 4mg per Kg di peso corporeo.


la dicitura ADI corrisponde al nostro DGA (Dose giornaliera accettabile), traduzione dall'inglese Acceptable Daily Intake (abbreviato in ADI).

mi sorge un dubbio:
 la dose adi corrisponde al massimo della quantità ingeribile  non dannosa per la salute, mi par d'aver capito, ma è anche parecchio alta, in una torta intera non ci sarà mai tale quantità , e c'e da considerare che i bambini non mangiano torte decorate tutti i giorni
Quale è la vostra opinione?



utente deemozziconato

Offline Sciua

  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 11525
Re:coloranti alimentari
« Reply #1 on: Friday, 30, March 2012, 10:42:30 AM »
Utilissim post! :gpost:

Son della tua opinione....diversamente dall'America, in Italia non ci abbuffiamo di questo tipo di torte,
ed anche i bambini non stanno mangiando tutti i giorni queste sostanze!

E' anche vero, che ci son tante "schifezze" in altri alimenti, quindi magari nel nostro organismo certe sostanze nocive le ingeriamo comunque!
ma il problema delle torte decorate, come parlavan ieri a Striscia, può esser tranquillamente superato!
Inanzitutto limitar l'uso di questi colaranti, magari rinunciando alla tonalità desiderata, e poi comunque evitando di abbuffarsi di pdz e cdb colorata....

Come qualcuno ha già detto, il problema potrebbe esser per noi artigiani....mentre i pasticcieri, continueranno ad usar tali sostanze...ed anzi, certamente useranno anche pdz pronta,diversamente da noi che ci arrabbatiiamo e lottiamo con pdz fai da te che spesso non collaborano o ci danno mille e mila problemi...
Per non parlare dei semilavorati pronti in bustina...altro che zucchero uva farina latte fresco!

Credo quindi, che questo fatto, questo tentativo di crear allarmismo, possa in qualche modo venir a nostro "vantaggio":

risultati non eccellenti come in pasticceria, a discapito di genuinità e salute!
Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry  - Piccolo Principe

:vento:  :piedino:   Laura

Offline C.Vetta

  • Vincitrice Concorso "Il più bel dolce di Primavera 2011"
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *******
  • Posts: 9675
  • When life gets you down, bake cake
    • La C.Vetta Pasticciona
Re:coloranti alimentari
« Reply #2 on: Friday, 30, March 2012, 10:48:01 AM »
Grazie Leo per questa tabella  :gpost:

Nessuno di noi dispone in casa di una bilancia atta a misurare i milligrammi di colorante che si utilizzano per colorare le paste alimentari... ne sono sufficieneti veramente pochi millimillimilligrammi per tingere una quantità di pasta che andrà distribuita su una intera torta, e nessuno mangia una intera torta da solo, in una unica volta. Il problema è che gli additivi sono presenti in ogni cosa che ingurgitiamo e i bambini sono ancora più a rischio 1. per l'attrattiva che questi cibi hanno per loro e 2. per il loro metabolismo. Sommando tutto quello che mangiano nel corso della giornata, alla fine hanno accumulato un discreto quantitativo, tra caramelle, merendine, bevande ecc. ecc. e non riescono a smaltirle.
Sul discorso della 'modica quantità' sono perfettamente d'accordo. Non si mangiano torte decorate ogni giorno, inoltre spesso si cerca di scartare le parti più colorate.
Perchè non parliamo dei grassi vegetali, dell'olio di palma e dello sciroppo di glucosio-fruttosio che sono presenti in ogni biscotto confezionato, merendina ecc.?
Ci sono i coloranti anche nelle pastiglie di vitamine... mi domando a cosa diamine serva tingere una pastiglia di multic---um... è più bella? fa più effetto?

Offline Sciua

  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 11525
Re:coloranti alimentari
« Reply #3 on: Friday, 30, March 2012, 11:00:38 AM »
Grazie Leo per questa tabella  :gpost:

Nessuno di noi dispone in casa di una bilancia atta a misurare i milligrammi di colorante che si utilizzano per colorare le paste alimentari... ne sono sufficieneti veramente pochi millimillimilligrammi per tingere una quantità di pasta che andrà distribuita su una intera torta, e nessuno mangia una intera torta da solo, in una unica volta. Il problema è che gli additivi sono presenti in ogni cosa che ingurgitiamo e i bambini sono ancora più a rischio 1. per l'attrattiva che questi cibi hanno per loro e 2. per il loro metabolismo. Sommando tutto quello che mangiano nel corso della giornata, alla fine hanno accumulato un discreto quantitativo, tra caramelle, merendine, bevande ecc. ecc. e non riescono a smaltirle.
Sul discorso della 'modica quantità' sono perfettamente d'accordo. Non si mangiano torte decorate ogni giorno, inoltre spesso si cerca di scartare le parti più colorate.
Perchè non parliamo dei grassi vegetali, dell'olio di palma e dello sciroppo di glucosio-fruttosio che sono presenti in ogni biscotto confezionato, merendina ecc.?
Ci sono i coloranti anche nelle pastiglie di vitamine... mi domando a cosa diamine serva tingere una pastiglia di multic---um... è più bella? fa più effetto?


Giusto!C'è la tendenza a colorare anche gli integratori, i medicinali, e credo proprio che i coloranti usati siano comunque pericolosi!

Credo anch'io che lo stesso discorso sulla pericolosità dei coloranti dovrebbe esser fatta anche per i grassi vegetali...vogliamo parlare di "cosa" metton nei prodotti "dietetici" per renderli tali e saporiti?
Ma, meglio sorvolare!
A casa, quando non ho la possibilità di far i biscotti per la colazione, il mio boy è solito mangiarne un tipo "senza zucchero"....
...siamo proprio sicuri che l'"assenza" di zucchero renda il biscotto più sano?
siamo proprio sicuri che nella sua produzione industriale non ci siano altre sostanze dannose alla salute?
e gli edulcoranti?...
ci sarebbe da aprire un dibattito su troppe cose.....

Mi chiedo ancora: chi sarà mai che ha tutto questo interesse  a "sabotare" le torte decorate?!

Io credo che dietro ci siano dei "professionisti" del settore che stanno risentendo di questa moda!
Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry  - Piccolo Principe

:vento:  :piedino:   Laura

Offline leo

  • Vincitore concorso San Valentino 2011
  • Civetta Sous-chef
  • ****
  • Posts: 1439
Re:coloranti alimentari
« Reply #4 on: Friday, 30, March 2012, 11:14:23 AM »
la decora ha eliminato i suoi coloranti e sostituiti con altri (orribili) più cari e a quanto dicono "naturali"
di fatto però se vuoi un bel rosso o verde o nero devo comprarlo già pronto
credo che lo scopo sia proprio quello di promuovere il mercato del fondente pronto
utente deemozziconato

Offline Sciua

  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 11525
Re:coloranti alimentari
« Reply #5 on: Friday, 30, March 2012, 11:20:38 AM »
la decora ha eliminato i suoi coloranti e sostituiti con altri (orribili) più cari e a quanto dicono "naturali"
di fatto però se vuoi un bel rosso o verde o nero devo comprarlo già pronto
credo che lo scopo sia proprio quello di promuovere il mercato del fondente pronto

Credi?

ma comunque nel fondente pronto dovranno usare comunque dei coloranti artificiali..
altrimenti come otterrebbero le colorazioni?!
« Last Edit: Friday, 30, March 2012, 11:35:13 AM by Sciua »
Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry  - Piccolo Principe

:vento:  :piedino:   Laura

Offline leo

  • Vincitore concorso San Valentino 2011
  • Civetta Sous-chef
  • ****
  • Posts: 1439
Re:coloranti alimentari
« Reply #6 on: Friday, 30, March 2012, 11:38:31 AM »
non so come facciano, ma il loro rosso pronto èun bel rosso e ne garantiscono la "naturalità"
il rappresentante con cui ho parlato mi diceva che i coloranti che usano peer il fondente son diversi da quelli in vendita perchè non funzionerebbero con i nostri impasti.
utente deemozziconato

Offline Sciua

  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 11525
Re:coloranti alimentari
« Reply #7 on: Friday, 30, March 2012, 11:45:28 AM »
non so come facciano, ma il loro rosso pronto èun bel rosso e ne garantiscono la "naturalità"
il rappresentante con cui ho parlato mi diceva che i coloranti che usano peer il fondente son diversi da quelli in vendita perchè non funzionerebbero con i nostri impasti.


e sentiamo: come garantiscon la naturalità?

potresti dirmi, non qui ovviamente, di CHI sarebbe il rappresentante?nel senso quale prodotto promuove?
Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry  - Piccolo Principe

:vento:  :piedino:   Laura

Offline moniapinti

  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *******
  • Posts: 5727
Re:coloranti alimentari
« Reply #8 on: Friday, 30, March 2012, 11:53:50 AM »
 :quot: tutto quello che avete detto .....io sono dell'idea che qualsiasi cosa mangiata in eccesso possa far male ....................non si può creare tanto allarmismo per una cosa che tutto sommato chi acquista questi prodotti sa.....cioè ....io vedo se c'è o meno la data di scadenza e decido albitrariamente se acquistarle o meno così come le indicazioni ........con questo non voglio dire che è giusto ....anzi ....cidovrebbero essere più controlli e sicurezza sui prodotti alimentari...............però mi sembra eccessivo tutto questo polverone .............



@Leo  :gpost:
ridere e sorridere è una cosa meravigliosa fa bene a se stessi e agli altri     Monia

Offline MataHaries

  • Global Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 7612
  • In cucina comando io.... e pure nel resto di casa!
Re:coloranti alimentari
« Reply #9 on: Friday, 30, March 2012, 03:24:05 PM »
Grazie Leo per la tabella....mi tocca :compito: arricopiare tutto e andare in giro per gli scaffali di Castroni
cercando le didascalie :sdent:
:spieg: canter: Devi tornare di meeeeeee... :autunn:

Offline frugiter

  • Global Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 10444
  • alle critiche non si ribatte, le si ascolta
    • applicazioni in cucina
Re:coloranti alimentari
« Reply #10 on: Friday, 30, March 2012, 06:08:50 PM »
 :cvd:
:brood: quando non piaci a nessuno devi avere ragione, altrimenti non vali niente. Dr House :vicki:  applicazioni in cucina

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:coloranti alimentari
« Reply #11 on: Friday, 30, March 2012, 07:40:39 PM »

Offline cyberchef

  • Civetta Chef Royale
  • ******
  • Posts: 2820
  • Chiusa una porta, apro un portone
    • blog cyberchef
Re:coloranti alimentari
« Reply #12 on: Friday, 30, March 2012, 08:56:59 PM »
 :bo: Leo, ottima tabella da cui verificheró presto cosa uso e cosa no, confrontando i prodotti che ho in hotel.
Per esperienza personale ti posso dire che pur comprando barattoli di coloranti in polvere da circa 250 grammi non ho mai usato nemmeno metá della polvere in essi contenuti prima della scadenza. Io non uso molto colore nei cibi ( salati praticamente mai) e nei dolci, come scrissi tempo fa non mi piacciono  le torte abbaglianti e non ne faccio , mi sento sicuro di non aver mai avvelenato nessuno e sto attento pur coi miei limiti a non somministrare prodotti se ho il dubbio che possano nuocere.

 :gpost: :okk:
Un amico e' uno che sa tutto di te e nonostante tutto gli piaci

Offline frugiter

  • Global Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 10444
  • alle critiche non si ribatte, le si ascolta
    • applicazioni in cucina
Re:coloranti alimentari
« Reply #13 on: Friday, 30, March 2012, 09:09:51 PM »
colorare i cibi salati secondo me è un controsenso

si colorano i cibi per renderli più accattivanti all'occhio in modo che sembrino più appetibili al cervello in maniera che li possiamo desiderare e mangiare

nell'industria alimentare più un cibo è scadente e più viene rimpinzato di coloranti e additivi per indurci a mangiarlo

voi la berreste la coca cola se fosse bianca? o per lo meno alle quantità spropositate con cui viene smerciata ?
a proposito io so fare in casa anche la coca cola se interessa  :129:

se si usano materie prime di ottima qualità non occorre colorare

diverso è l'uso in pasticcieria.. i coloranti veramente naturali colorano poco e biosgnerebbe metterne troppi col risultato di stravolgere consistenza e sapore alle preparazioni
:brood: quando non piaci a nessuno devi avere ragione, altrimenti non vali niente. Dr House :vicki:  applicazioni in cucina

Offline moniapinti

  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *******
  • Posts: 5727
Re:coloranti alimentari
« Reply #14 on: Saturday, 31, March 2012, 01:31:39 PM »



a proposito io so fare in casa anche la coca cola se interessa  :129:





 :nonci:

:obm:
ridere e sorridere è una cosa meravigliosa fa bene a se stessi e agli altri     Monia