Author Topic: F.A.Q. sulla pasta madre  (Read 5880 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline frugiter

  • Global Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 10443
  • alle critiche non si ribatte, le si ascolta
    • applicazioni in cucina
F.A.Q. sulla pasta madre
« on: Sunday, 28, August 2011, 07:47:42 AM »
Che temperatura deve avere l'acqua per la sua preparazione e per i rinfreschi?
Solitamente si usa acqua  a 22°C, ma se si volesse pilotare  lo sviluppo di determinate colonie di lieviti o batteri,  si può usare acqua più calda (per i batteri lattici) o meno calda (per quelli acetici);  se invece si vuole aumentarne la acidità si può usare acqua gasata.

Quale farina è più adatta alla preparazione della pasta madre?
Dal punto di vista tecnico dovrebbe avere buona forza (W 300-350) poca raffinatezza (farina 1 o 2) in modo che la forza le consenta di superare le lunghe lievitazioni e la ricchezza di fibre le diano vitamine e sali minerali utili al suo sviluppo; la cosa migliore  per la creazione casalinga è usare una buona farina integrale.

Dove si conserva la pasta madre?
Si può conservare a temperatura ambiente (15-18) se rinfrescata giornalmente, oppure in frigo  rinfrescata settimanalmente.

Dopo il rinfresco va messa subito in frigo?
Possibilmente si lascia coperta fuori dal frigo per 6 ore circa per favorire una maggiore vigoria dei microrganismi e solo dopo messa in frigo.
Se si mette subito si otterrà un aumento dei batteri acetici (con colorazione tendente al grigio n.d.c.)

Che cosa è il rinfresco?
E' il procedimento con cui si rinvigorisce la pasta madre a cadenze prestabilite aggiungendo farina e acqua.
Le dosi standard sono 50% di farina sul peso della pasta madre (es. su 200 g pasta madre 100 g farina) e 55% di acqua sulla farina impiegata (nell'esempio di prima 55 ml di acqua).

A che temperatura va conservata durante il riposo successivo al rinfresco?
La temperatura più indicata va tra 25 e 28°C (ottimale per entrambi i tipi di microrganismi che la compongono) ma per pilotare lo sviluppo di colonie specifiche, si può salire a 28-30°C per i batteri lattici oppure scendere tra i 15° e i 18°C per quellia acetici.

Si deve coprire il contenitore?
E' molto utile per evitare la formazione di crosta e la contaminazione  da parte di microrganismi estranei.

Come si fa a capire se la pasta madre è matura?
Deve triplicare in 4 ore a 25-27°C di temperatura.
Molte ricette per la sua preparazione suggeriscono l'impiego di altri ingredienti (frutta matura, miele, yogurt, malto, sale...) mentre altre suggeriscono contenitori aperti o sigillati.
Dobbiamo vedere la pasta madre come un ecosistema biologico (tipo uno zoo) dove ci sono  orgnismi diversi con esigenze diverse: se dessimo da mangiare solo una cosa alcuni morirebbero e altri sopravviverebbero.
Lo stesso si può dire per il "clima": se lo zoo fosse in Alaska all'aperto, i leoni non potrebbero sopravvivere e così per i pinguini in Africa; quindi nella pasta madre, impiegando ingredienti diversi o cambiando le condizioni  abitative (ph, temperature, ossigenazione), si determinano caratteristiche diverse.
E' difficile scoprire in casa come fare, le variabili sono davvero molte. Tra gli ingredienti che si possono aggiungere, il sale e il malto diastasico sono quelli più studiati (si sa cosa comportano).
Il sale impiegato nella misura del 2,5% in relazione alla farina utilizzata, inibisce la proteasi rendendo il glutine più forte e stabile per tutto il processo di fermentazione; il malto, impiegato all'1% sempre in riguardo al peso della farina, favorisce maggiore vigoria enzimatica specialmente nelle farine  di fresca macinazione.
Gli altri ingredienti vanno dosati con cautela (max 30% sulla farina); si può usare lo zucchero ma non il fruttosio perchè dà batteri acetici responsabili del cattivo sapore della pasta se non si controlla la temperatura.

Che ruolo ha il sale nella pasta madre?
Il sale con le sue proprietà antisettiche , agisce sulla lievitazione, rallentando la formazione di batteri eterofermentanti (quelli che formano l'acido lattico, acetico e butirrico) e quello omofermentanti; rallenta inoltre l'attività delle proteasi.

In che misura si impiega la pasta madre?
Dipende dal prodotto che si vuole ottenere.
Per un pane grosso in cui si ha un buon sviluppo, indicativamente la percentuale sarà del 30% (ma, ripeto, nella pasta madre non ci sono formulette matematiche... è molto importante l'esperienza personale), mentre per esempio nei grissini o nei crackers, dove la lievitazione è meno importante, basta il 10%.
Per grandi lievitati ricchi di grassi e zuccheri, si sale fino al 45-50%; inoltre è importante la maturità: una madre matura potrà essere usata in maniera ridotta rispetto ad una madre giovane.

Cosa accade se se ne usa troppa o troppo poca?
Se è troppa, oltre ad avere un sapore sgradevole dato dalla elevata acidità, ci saranno consistenza gommosa del pane e alveolatura irregolare, dovuta alla rottura della maglia glutinica da parte degli acidi.
Se invece è poca, il pane sarà poco cresciuto, compatto e avrà un tempo di lievitazione troppo lungo con glutine collassato per effetto della proteasi.

Perchè a volte il pane diventa acido?
I motivi possono essere: troppa pasta madre nell'impasto+madre troppo acida+ madre usata senza rinfresco dopo 4 ore al caldo.

Da cosa dipende una eccessiva acidità della pasta madre?
Dobbiamo distinguere se l'acidità è solo forte o anche sgradevole perchè a volte c'è uno sbilanciamento di fermentazione in favore di quella acetica (che dà cattivo sapore) su quella lattica; oppure una prevalenza del lactobacillus sanfranciscensis che dà  questa caratteristica.
La prassi più comune è il lavaggio della pasta madre; oppure sa aggiunge dell'albume di uovo le cui proteine riescono a ricostruire quelle danneggiate dai microrganismi, oppure facendo un rinfresco ricco con acqua e farina più alta utilizzando acqua tiepida invece che fredda (favorisce lo sviluppo dei batteri lattici).

FONTI:
il blog di Aldo Bongiovanni mio fornitore di farine e altri ingredienti per la panificazione http://fysis.it/
il mio blog alle pagine http://bontalandia.splinder.com/post/22282877/tutto-quello-che-ho-imparato-sul-lievito-naturale
http://bontalandia.splinder.com/post/22299275/tutto-quello-che-ho-imparato-sul-lievito-naturale-parte-seconda
http://bontalandia.splinder.com/post/22326236/tutto-quello-che-ho-imparato-sul-lievito-naturale-parte-terza
« Last Edit: Tuesday, 04, October 2011, 05:51:00 PM by Chiarastella »
:brood: quando non piaci a nessuno devi avere ragione, altrimenti non vali niente. Dr House :vicki:  applicazioni in cucina

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #1 on: Tuesday, 04, October 2011, 07:20:03 PM »
Alla luce di queste FAQ di cui mi ero completamente dimenticata  :sdent: posso concludere che il mio LM è irrefutabilmente DEFUNTO.
Durante quest'estate io, che non avevo capito nulla della polverizzazione, sono stata assai negligente nei rinfreschi  :sor:  ; inoltre, ad ogni rinfresco, lo riponevo immediatamente in frigo, temendo che con il caldo inacidisse seduta stante.
Risultato: ad oggi mi accorgo che NON CRESCE  :paur:

:help:  SOS SOS!!!
Cosa posso fare?  :sdent:

Offline e_elisa

  • Vincitrice del Concorso "la Casetta decorata in Pandizenzero 2011"
  • Moderatori
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9497
  • I love cupcakes
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #2 on: Tuesday, 04, October 2011, 07:25:45 PM »
Aspetta vittoria, ma può essere che non sia morto!  :fort:
                                      elisa        :donne:

Offline redgirl Gambera Rossa

  • Administrator
  • Civetta Chef Royale
  • *****
  • Posts: 3855
    • Pane e zucchero
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #3 on: Tuesday, 04, October 2011, 07:30:43 PM »
Alla luce di queste FAQ di cui mi ero completamente dimenticata  :sdent: posso concludere che il mio LM è irrefutabilmente DEFUNTO.
Durante quest'estate io, che non avevo capito nulla della polverizzazione, sono stata assai negligente nei rinfreschi  :sor:  ; inoltre, ad ogni rinfresco, lo riponevo immediatamente in frigo, temendo che con il caldo inacidisse seduta stante.
Risultato: ad oggi mi accorgo che NON CRESCE  :paur:

:help:  SOS SOS!!!
Cosa posso fare?  :sdent:

a che ora l'hai rinfrescato? è stato fuori dopo?
Cucinare è come amare... o ci si abbandona completamente o si rinuncia. (Harriet Van Horne)

Anna :gambered:

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #4 on: Tuesday, 04, October 2011, 08:05:18 PM »
a che ora l'hai rinfrescato? è stato fuori dopo?

alle 5. E' ancora uguale  :esau:

Offline redgirl Gambera Rossa

  • Administrator
  • Civetta Chef Royale
  • *****
  • Posts: 3855
    • Pane e zucchero
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #5 on: Tuesday, 04, October 2011, 08:06:44 PM »
alle 5. E' ancora uguale  :esau:

prima di buttarlo io proverei a fare dei rinfreschi ravvicinati tutti i giorni tenendolo fuori frigo.. ma aspetta cosa dice vittoria!
Cucinare è come amare... o ci si abbandona completamente o si rinuncia. (Harriet Van Horne)

Anna :gambered:

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #6 on: Tuesday, 04, October 2011, 09:26:42 PM »
prima di buttarlo io proverei a fare dei rinfreschi ravvicinati tutti i giorni tenendolo fuori frigo.. ma aspetta cosa dice vittoria!

ok, l'idea mi sembra valida: lo lascio fuori frigo già da stasera, vediamo che succede  :ung:

Offline frugiter

  • Global Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 10443
  • alle critiche non si ribatte, le si ascolta
    • applicazioni in cucina
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #7 on: Wednesday, 05, October 2011, 05:02:22 AM »
taglialo a pezzi e mettilo in acqua con poco zuchero e aspetta
se galleggia è ancora vivo
:brood: quando non piaci a nessuno devi avere ragione, altrimenti non vali niente. Dr House :vicki:  applicazioni in cucina

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #8 on: Wednesday, 05, October 2011, 07:02:27 AM »
taglialo a pezzi e mettilo in acqua con poco zuchero e aspetta
se galleggia è ancora vivo

AGGIORNAMENTO: ieri sera l'ho lasciato fuori dal frigo e stamattina l'ho trovato più o meno raddoppiato.  :suda:

E adesso che faccio? Lo ripongo in frigo? rinfresco di nuovo oggi?
Non è grigio e non sa di aceto, però al gusto è abbastanza pungente :ermm:

Offline frugiter

  • Global Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 10443
  • alle critiche non si ribatte, le si ascolta
    • applicazioni in cucina
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #9 on: Wednesday, 05, October 2011, 11:21:00 AM »
allora vivo è vivo ... lo abbiamo appurato
poichè è stato tutta la notte fuori dla frigo è esausto
è obbligatorio rinfrescarlo oggi: aumenta di pochino la farina rispetto all'acqua e mettici una colatina di stuzzicadenti di miele
lascialo fuori dal frigo per 3 4 ore e poi mettilo in frigo
e appena pui facci un pane per vedere che gusto ti prende
:brood: quando non piaci a nessuno devi avere ragione, altrimenti non vali niente. Dr House :vicki:  applicazioni in cucina

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #10 on: Wednesday, 05, October 2011, 11:34:26 AM »
allora vivo è vivo ... lo abbiamo appurato
poichè è stato tutta la notte fuori dla frigo è esausto
è obbligatorio rinfrescarlo oggi: aumenta di pochino la farina rispetto all'acqua e mettici una colatina di stuzzicadenti di miele
lascialo fuori dal frigo per 3 4 ore e poi mettilo in frigo
e appena pui facci un pane per vedere che gusto ti prende


 :bo:

Farò  tutto come hai detto!!  :ph4:

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #11 on: Wednesday, 05, October 2011, 12:34:32 PM »
Fatto! E....  :orpo: come cavolo fai?  :orpo: Era davvero sfinito  :heat: era appiattito !
Vedremo nelle prossime ore!  :mbe:

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #12 on: Thursday, 06, October 2011, 02:49:47 PM »
 :aho: :aho: :aho: :aho: :aho:

Viiic!! devo rinfrescare anche oggi?



p.s. un avanzo del rinfresco di ieri l'ho lasciato fuori dal frigo e stamani era bello gonfio :cuor:

Offline frugiter

  • Global Moderator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 10443
  • alle critiche non si ribatte, le si ascolta
    • applicazioni in cucina
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #13 on: Friday, 07, October 2011, 04:50:29 AM »
scusa ieri ho avuto fuoco e fiamme sul lavoro e lo stesso oggi
non mi collegherò

no direi che a questo punto il tuo lm è a posto
comportati come hai sempre fatto ( no forse no   :ufff:... sii più diligente )
:brood: quando non piaci a nessuno devi avere ragione, altrimenti non vali niente. Dr House :vicki:  applicazioni in cucina

Offline Chiarastella

  • Administrator
  • Civetta Tre stelle Michelin
  • *****
  • Posts: 9661
  • Vento di novità.....
Re:F.A.Q. sulla pasta madre
« Reply #14 on: Thursday, 13, October 2011, 02:51:16 PM »
scusa ieri ho avuto fuoco e fiamme sul lavoro e lo stesso oggi
non mi collegherò

no direi che a questo punto il tuo lm è a posto
comportati come hai sempre fatto ( no forse no   :ufff:... sii più diligente )

Ok, ci son stata attenta ed ho fatto il primo pane della stagione:
buonissimo, il retrogusto asprigno del LM era lontanissimo e appena percettibile,
consistenza  :okk: 
colore  :okk:
sofficizzitudine  :okk:

esame visivo? :gir: come ti appare?